Italia Maschile – All-Around http://all-around.net All-Around.net la webzine dedicata al basket Fri, 07 Dec 2018 17:47:36 +0000 it-IT hourly 1 http://all-around.net/wp-content/uploads/2015/09/cropped-All-Around_logo-102-32x32.jpg Italia Maschile – All-Around http://all-around.net 32 32 A2 Ovest Old Wild West 11^ giornata 2018-19: anticipo del sabato sera a Latina che riceve l’Axpo Legnano con Valerio Cucci nel motore http://all-around.net/2018/12/07/a2-ovest-old-wild-west-11-giornata-2018-19-anticipo-del-sabato-sera-a-latina-che-riceve-laxpo-legnano-con-valerio-cucci-nel-motore/ Fri, 07 Dec 2018 17:47:36 +0000 http://all-around.net/?p=167465 Latina, 7 dicembre 2018 – Dopo la sosta della scorsa settimana per via del posticipo della partita a Bergamo, sabato 8 dicembre alle ore 19:00 sul parquet del PalaBianchini la Benacquista Assicurazioni Latina Basket affronterà l’Axpo Legnano. Siamo all’11° turno ed la squadra lombarda allenata da Alberto Mazzetti cerca punti salvezza dopo però due sconfitte consecutive: la prima sul campo di Siena, […]

L'articolo A2 Ovest Old Wild West 11^ giornata 2018-19: anticipo del sabato sera a Latina che riceve l’Axpo Legnano con Valerio Cucci nel motore proviene da All-Around.

]]>
Latina, 7 dicembre 2018 – Dopo la sosta della scorsa settimana per via del posticipo della partita a Bergamosabato 8 dicembre alle ore 19:00 sul parquet del PalaBianchini la Benacquista Assicurazioni Latina Basket affronterà l’Axpo Legnano.

Siamo all’11° turno ed la squadra lombarda allenata da Alberto Mazzetti cerca punti salvezza dopo però due sconfitte consecutive: la prima sul campo di Siena, l’altra in casa con Casale Monferrato, cui ha ceduto non senza lottare fino alla fine. Penultima, con 4 punti e davanti solo all’ultima in classifica e cioè Cassino, attenzione però a sottovalutare Legnano, anzi va sottolineata la grande energia con cui i lombardi affrontano ogni match e come abbiano dimostrato di essere una buona squadra, capace di vittorie importanti come quella con Rieti.

La squadra di coach Alberto Mazzetti, subentrato in corsa a coach Sacco, arriva a Latina sicuramente con voglia di riscatto, ma i nerazzurri scenderanno in campo pronti a dare il massimo per dare continuità ai recenti risultati. In casa Benacquista proprio nei giorni scorsi c’è stata una new entry, è stato, infatti, ingaggiato Valerio Cucci. L’ala/centro, classe 1995, arriva dal Girone Est del Campionato di Serie A2 Old Wild West dove giocava con la maglia di Mantova con 12.3 punti e 4.9 rimbalzi di media a partita. Dalla Gran Bretagna è rientrato Andrew Lawrence, che era stato convocato dalla Nazionale britannica per le pre-qualificazioni agli Europei.

Stamane è stato presentato l’ala romana, ecco le sue parole:

«Sono davvero contento di giocare con Latina – esordisce con verve l’atleta romano – è la prima volta in tanti anni che gioco vicino a casa mia e farlo con una delle società che rappresentano  l’eccellenza del basket nel Lazio e in Italia, è motivo di soddisfazione».

Valerio Cucci è determinato quando si parla di obiettivi di squadra:

«Spero di poter contribuire al raggiungimento dei play-off che Latina rincorre ormai da tempo e per un soffio non è ancora riuscita a conquistarli. Ho incontrato Latina sempre da avversario, fin dai tempi delle giovanili quando militavo nella Stella Azzurra – prosegue Cucci – e non ho mai giocato insieme a nessuno dei miei nuovi compagni di squadra, ma molti di loro li conosco di fama. Credo molto nelle potenzialità della squadra, i giocatori che la compongono sono dei professionisti, alcuni veterani della categoria, altri giovani ma certamente ben preparati. Sono entusiasta del fatto che un allenatore del calibro di Franco Gramenzi, uno dei migliori in questa categoria, mi abbia voluto nel suo team. Per è motivo di grande stimolo, mi ha dato la carica per rimettermi in gioco».

Comunque ora testa al match vs l’Axpo Legnano e, alla vigilia della gara che si giocherà nel giorno della festa dell’Immacolata, il capo allenatore della Benacquista, Franco Gramenzi ci tiene a ringraziare la società nerazzurra per aver aggiunto un nuovo giocatore al roster:

«Riprendere il ritmo del campionato dopo la sosta forzata non è mai semplice, anche se in questo periodo abbiamo avuto la possibilità di recuperare gli atleti colpiti da qualche piccolo infortunio, ed aggiungere un nuovo giocatore e per questo ringrazio il Presidentela famiglia Benacquista e il GM Mariano Bruni che si è occupato personalmente dell’operazione, mostrando grande passione e voglia di voler ottenere risultati importanti in questa stagione, come il raggiungimento dei play-off». 

Coach Gramenzi è soddisfatto del nuovo arrivo

«…Di sicuro Cucci va a completare tecnicamente il nostro pacchetto lunghi – per poi guardare alla gara di sabato e all’avversario che Latina si troverà di fronte -.Per quanto riguarda la partita di sabato non guardiamo alla classifica, perché Legnano ha dimostrato di poter giocare alla pari con tutti, vincendo con Rieti e lottando con Casale fino alla fine. È una squadra con una grande propensione al tiro da 3 punti e scende in campo sempre con grande energia, per questo motivo dovremo mantenere sempre la massima attenzione . Vista la classifica cortissima del campionato, è importante non perdere punti in casa».

Relativamente alla partita in cartello con Axpo Legnano anche Giovanni Allodi condivide il pensiero del suo allenatore «Veniamo da una settimana inallodi cui non abbiamo giocato e che ci è servita per ricaricare le batterie, darci nuova energia. e permetterci di recuperare i compagni che durante le settimane precedenti avevano dovuto barcamenarsi tra infortuni e problemi fisici.  Sabato affronteremo Legnano, che è sicuramente una squadra che non riflette la classifica attuale. Abbiamo visto che il campionato è molto equilibrato, ne è stata dimostrazione anche la difficile gara casalinga con Cassino e ancora di più lo sarà il match di sabato. Legnano è una squadra giovane che può dar fastidio in tanti modi, ha una individualità molto forte, come quella di Raffa, ben coadiuvata da tanti giovani che possono essere pericolosi soprattutto dalla lunga distanza. Un avversario da non sottovalutare, perché recentemente ha anche vinto la sfida con Rieti (formazione che nell’ultimo turno ha battuto a domicilio la capolista Roma). Sarà fondamentale non abbassare mai la tensione, Legnano ha dimostrato di essere capace di grandi rimonte. Sarà una partita sicuramente anche molto tattica, speriamo di giocarla al meglio. L’arrivo di Valerio (Cucci, nda) è un’aggiunta molto importante perché allunga le rotazioni ed essendo un giocatore  molto energico, darà un grande aiuto anche in  difesa e nei rimbalzi. Un ottimo inserimento per ambire sempre più in alto».

 

Arbitri dell’incontro: Ciaglia Gianfranco di Caserta, Marota Giampaolo di San Benedetto del Tronto (AP),

 

L'articolo A2 Ovest Old Wild West 11^ giornata 2018-19: anticipo del sabato sera a Latina che riceve l’Axpo Legnano con Valerio Cucci nel motore proviene da All-Around.

]]>
Lega A PosteMobile 9^ giornata 2018-19: anticipo del sabato sera delicatissimo per la FIAT Torino vs l’Energia Dolomiti Trentino al PalaVela http://all-around.net/2018/12/07/lega-a-postemobile-9-giornata-2018-19-anticipo-del-sabato-sera-delicatissimo-per-la-fiat-torino-vs-lenergia-dolomiti-trentino-al-palavela/ Fri, 07 Dec 2018 16:43:55 +0000 http://all-around.net/?p=167457 Torino, 7 dicembre 2018 – Si riprende dunque il campionato dopo la sosta delle Nazionali e l’anticipo del sabato sera valido per il 9° turno di Legabasket, giorno 8 dicembre santificato all’Immacolata, vedrà in campo alle ore 20:30 al PalaVela di Torino due squadre controverse, la FIAT Torino vs la Dolomiti Energia Trentino. Un match […]

L'articolo Lega A PosteMobile 9^ giornata 2018-19: anticipo del sabato sera delicatissimo per la FIAT Torino vs l’Energia Dolomiti Trentino al PalaVela proviene da All-Around.

]]>
Torino, 7 dicembre 2018 – Si riprende dunque il campionato dopo la sosta delle Nazionali e l’anticipo del sabato sera valido per il 9° turno di Legabasket, giorno 8 dicembre santificato all’Immacolata, vedrà in campo alle ore 20:30 al PalaVela di Torino due squadre controverse, la FIAT Torino vs la Dolomiti Energia Trentino.

Un match importantissimo per entrambe le squadre che si trovano, con percorsi decisamente differenti, in fondo alla classifica con appena due vittorie in 8 gare al giro di boa del girone d’andata. Impossibile quindi per le due squadre poter sperare alle Final Eight di Coppa Italia, di nuovo in programma a Firenze nel febbraio del 2019, come oramai da consuetudine, solo uno svenimento od il ritiro delle squadre sopra di loro potrebbero consentire la qualificazione alla manifestazione di torinesi e trentini. Va da se dunque che si gioca ormai in ottica Playoffs scudetto 2019, per non parlare della salvezza con la logica delle 3 retrocessioni quest’anno in Serie A2, come per dire che “prevenire è meglio di curare”.

Ma proprio nell’abito della prevenzione inerente ad una cura da evitare a malattia diagnosticata, l’Aquila bianconera si è già mossa in modo positivo reagendo in maniera ottima con l’arrivo di Aaron Craft che ha dato due vittorie su due al team di coach Maurizio Buscaglia. Lo stesso ha fatto la FIAT Torino, diciamo più contro la propria volontà che per scelta societaria, sono stati i tanti infortuni a dettare le condizioni, rivoluzionando il roster che aveva iniziato la stagione a settembre.

Proprio la FIAT Torino ad esempio, in riferimento al tema dei guai fisici, ritroverà in roster James Michael McAdoo ma inutile dire che in casa vs la Dolomiti Energial’obiettivo per i gialloblù è superare il momento negativo e muovere una classifica mortificante alla luce dei proclami e del budget speso per portare a Torino un certo Larry Brown.

Come in molti ricorderanno, in stagione c’è già stato un precedente tra le due squadre nelle semifinali della Supercoppa italiana in quel di Brescia, con una buonssima vittoria della FIAT Torino che, in quella circostanza, era per la prima volta guidata da coach Larry Brown. Da allora sono cambiate tante, tante cose e mentre l’Aquila ha continuato dopo quel match ad andar più male che bene, la FIAT Torino si è decisamente incartata su stessa.

In casa bianconera il barometro segna il bel sereno, lo conferma il centrone Nikola Jovanovic che finalmente mostra segni di acclimatamento al campionato italiano, fiero anche del suo debutto nella Nazionale Serba nella finestra delle qualificazioni ai prossimi Mondiali in Cina:

«Durante la finestra FIBA ho avuto la fortuna e l’onore di prendere parte al raduno della Serbia e di giocare anche i miei primi minuti in una competizione ufficiale con la nazionale maggiore, segnando 2 punti: è stato fantastico, e tra l’altro abbiamo vinto contro la Grecia una partita davvero importante che ora ci mette nella condizione di essere ad una sola vittoria dalla qualificazione ai Mondiali 2019. Ora però siamo concentrati al massimo sul campionato e su questa trasferta a Torino: sappiamo che sarà una partita dura, ma ci siamo preparati a questo match con grande intensità e attenzione. Nelle ultime settimane credo che si siano visti i tanti passi avanti che abbiamo fatto: dal punto di vista personale è stato determinante l’atteggiamento sempre incoraggiante e propositivo di coach Buscaglia e di tutto lo staff, anche nei momenti di difficoltà mi hanno sempre dato fiducia e confidenza. Però so di dover continuare a lavorare duro per crescere ancora e aiutare la squadra a vincere».

Fiducia dunque ritrovata per questa Energia Dolomiti Trentino della quale però non si sa se potrà essere del match Diego Flaccadori, costretto a saltare la finestra delle qualificazioni ai Mondiali. E’ molto probabile una decisione in extremis domani prima della palla a due.

Sull’altra sponda invece inutile negare che l’aria che si respira non possa essere la più salubre del mondo ma Peppe Poeta ha le idee chiare su come si dovrà giocare la gara:

“Un’avversaria ostica, la Dolomiti Trento, che sta ritrovando il proprio potenziale e la capacità di esprimersi ad alto livello come hanno testimoniato le ultime partite. Ha talento e intensità con i suoi elementi di spicco. Noi dovremo far corpo unico e cercare di contrastarne l’intensità non lasciandole canestri in campo aperto. Sarà inoltre fondamentale mantenere tale atteggiamento per l’intero arco della gara. Quasi superfluo ribadire l’importanza della posta in palio per quanto ci riguarda. Dobbiamo invertire il trend negativo. I nuovi innesti hanno messo in campo subito una grande disponibilità e anche questo ci autorizza ad essere positivi. Ovvio che l’alchimia arriverà, partita dopo partita”.

Ecco invece le parole di altri due giocatori torinesi, Dallas MooreDarington Hobson. Prima Moore:

“Si tratta del mio secondo anno in Italia e quindi comprendo il valore del match di domani. Trento è un’avversaria molto solida che negli ultimi anni ha centrato grandi risultati in campionato. Dopo una partenza lenta sta tornando in carreggiata e quindi arriverà a Torino agguerrita. Si preannuncia una sfida difficile ma sono convinto avvincente. Non vedo l’ora di giocare in casa davanti al nostro pubblico”.

Per ultimo, le parole di coloro che debutterà in gialloblu, Darington Hobson

“Domani sarà la mia “prima” in Italia e sono emozionato. Si tratta di un match molto importante contro una squadra forte. Non vedo l’ora di calcare il parquet torinese davanti ai nostri tifosi. Il playmaker di Trento è un mio ex compagno di squadra, Aaron Craft, e ho una gran voglia di misurarmi con lui”.

Come sempre il sabato sera, diretta su Eurosport 2 HD ed  ovviamente anche su Eurosport Player.

L'articolo Lega A PosteMobile 9^ giornata 2018-19: anticipo del sabato sera delicatissimo per la FIAT Torino vs l’Energia Dolomiti Trentino al PalaVela proviene da All-Around.

]]>
A2 Ovest Old Wild West 11^ giornata 2018-19: la Leonis Roma tenta il tris di vittorie in casa vs la rilanciata Benfapp Capo D’Orlando http://all-around.net/2018/12/07/a2-ovest-old-wild-west-11-giornata-2018-19-la-leonis-roma-tenta-il-tris-di-vittorie-in-casa-vs-la-rilanciata-benfapp-capo-dorlando/ Fri, 07 Dec 2018 15:29:51 +0000 http://all-around.net/?p=167371 Roma, 7 dicembre 2018 – Undicesimo turno della Serie A2 girone Ovest, primo match del mese di dicembre ed al Pala Ponte Grande di Ferentino sesto match casalingo per la Leonis Roma di coach Fabio Corbani la quale, finalmente vittoriosa in trasferta in quel di Frosinone vs la cenerentola Cassino, ospiterà una di quelle squadre che […]

L'articolo A2 Ovest Old Wild West 11^ giornata 2018-19: la Leonis Roma tenta il tris di vittorie in casa vs la rilanciata Benfapp Capo D’Orlando proviene da All-Around.

]]>
Roma, 7 dicembre 2018 – Undicesimo turno della Serie A2 girone Ovest, primo match del mese di dicembre ed al Pala Ponte Grande di Ferentino sesto match casalingo per la Leonis Roma di coach Fabio Corbani la quale, finalmente vittoriosa in trasferta in quel di Frosinone vs la cenerentola Cassino, ospiterà una di quelle squadre che ad inizio torneo sembrava avere tutte le carte in regola per ambire addirittura alla promozione diretta, cioè la Benfapp Orlandina di coach Marco Sodini.

Sembrava. Infatti dopo 10 turni abbondanti del torneo, i paladini di Sicilia hanno raccolto tante delusioni quante soddisfazioni, il che si tramuta nel 50% di vittorie e sconfitte che sanciscono i 10 punti in classifica con attualmente il 7° posto. Attenzione però: le 5 sconfitte sono arrivate quasi tutte di recente, con una deriva negativa arginata proprio domenica scorsa, battendo in casa la Givova Scafati per 97-65 (altra squadra in deriva negativa), e dopo ben 4 sconfitte consecutive (Bergamo e Virtus Roma in casa, Casale Monferrato e Rieti in trasferta).

Nulla è perduto, certo, ancora mancano molte partite sino alla fine del torneo e la Serie A2 è il campionato dell’equilibrio, dove vince molto più la tenacia e la determinazione che la tecnica ma se hai nella tua squadra giocatori che la mettono sempre dentro aiuta, e parecchio, a fare bene! Per questo l’Orlandina di uno dei coach più sorprendenti ed emergenti del nostro basket, Marco Sodini sopravvissuto al marasma Cantù dello scorso anno con tanto di Playoff lo scorso anno, ha nel proprio roster LA coppia migliore di stranieri del girone: Brandon Triche, Top scorer ad oggi con 24,7 p.ti/gara ed anche Top assist man con 6,8 assist/gara (oltre che l’uomo con più falli subiti e la miglior valutazione), e Jordan Parks, ex vincitore della Serie A2 lo scorso anno con Trieste, che viaggia a 21,8 p.ti/gara.

Il punto è che alle loro spalle i tesserati di casa nostra latitano, nel senso che tolto un buonissimo Davide Bruttini (13,8 p.ti più 8,2 rimbalzi), ed un Jacopo Lucarelli discreto (9,9 p.ti ottimo da due con il 62% ma rivedibile da tre con il 28%), il resto fa pochino. Simone Bellan, bella promessa ex-Casale Monferrato dello scorso, solo domenica scorsa vs una remissiva Scafati ha messo a segno 17 p.ti ma viaggia ad una media di 5,8 p.ti/gara; il giovane play Matteo Laganà, il terzo della nobile omonima casata cestistica reggina viaggia a 5,2 p.ti/gara; infine Nicola Mei, veterano di tante battaglie, ne mette appena 3,2 p.ti/gara. Facile dunque affermare che il dilemma biancoazzurro sta nell’equilibrio, scarso, tra la potenza di fuoco dei due stranieri ed il resto della truppa tricolore. E se a questo aggiungiamo che al momento i vari Joseph Mobio ed Andrea Donda sono fermi ai box da un pò di tempo per guai fisici (il primo potrà riprendersi non prima di un altro mese mentre il secondo forse lo vedremo in campo a Ferentino), il quadro di 5 vinte e 5 perse alla fine risulterebbe anche positivo nonostante l’Orlandina debba ancora vedersela, da quì alla fine del girone dell’andata, con squadre come appunto Leonis Roma, Siena, Tortona (che non dovrebbe continuare a perderle tutte…), Latina e Trapani. Infine, per chiudere il discorso in chiave siciliana, se a questo sommiamo che l’Orlandina ha la seconda peggior difesa del girone con 83,1 p.ti/gara subiti (dietro solo a Trapani e Latina che subiscono 86 p.ti/gara), allora è facile trovare la soluzione del problema.

Dunque appare abbastanza facile comprendere cosa debba o dovrebbe fare la Leonis Roma per vincere la sesta gara su sei in casa sabato 8 dicembre: attaccare, velocizzare la fase offensiva per provare a mettere in difficoltà una squadra che soffre quando deve difendersi. Tra le proprie mura questo sta riuscendo abbastanza bene ai biancoblu di Fabio Corbani, teoricamente che adesso la scimmia dalla spalle della prima vittoria esterna non c’è più, dopo aver vinto vs Cassino seppure senza incantare (anzi). Sotto questo punto di vista la leadership dei vari Alessandro Piazza in regia e di Damian Hollis ed Alessandro Amici mette tutto sotto controllo, considerando che Abdel Fall sta trovando quel ritmo gara che dopo quasi due anni di poca continuità agonistica faceva fatica a trovare e che la batteria degli esterni, come Nick Zeisloft e Federico Loschi, garantiscono punti e sostanza ma sempre nell’ottica della logica dei pluri-possessi o del tiro rapido per poter avere sempre più dell’avversario.

Semmai i dubbi potrebbero sorgere nell’importanza di dover reggere l’urto dei dei fenomeni Triche-Parks, ad oggi in casa la Leonis Roma ha sempre trovato buoni antidoti difensivi come Eugenio Fanti od anche come l’immarscescibile Luca Infante che può dirigere una difesa ad hoc ma c’è anche l’ottima lettura delle gare fatte da Fabio Corbani, magistrale ad esempio il quarto periodo vs Biella vinto grazie ad una grande zona messa in piedi con gente tosta e lunga senza Piazza in campo ed Amici in playmaking. Attenzione però: è vero che l’attacco dell’Orlandina appare monotematico ma guai a sottovalutare la voglia di fare il colpaccio da parte di un gruppo che desidera comunque essere nelle zone alte della classifica.

 

 

 

 

Fabrizio Noto/FRED

@FaberNoto

L'articolo A2 Ovest Old Wild West 11^ giornata 2018-19: la Leonis Roma tenta il tris di vittorie in casa vs la rilanciata Benfapp Capo D’Orlando proviene da All-Around.

]]>
Interviste A2 Est Old Wild West 2018-19: parla Alessandro Finelli: “Pazienza ed in un paio di mesi la Pompea Mantova troverà la sua identità” http://all-around.net/2018/12/07/interviste-2018-19-a2-est-old-wild-west-alessandro-finelli-pazienza-ed-in-un-paio-di-mesi-la-pompea-mantova-trovera-la-sua-identita/ Fri, 07 Dec 2018 12:08:07 +0000 http://all-around.net/?p=167442 Da allenatore esperto qual è Alessandro Finelli subentrato i corsa alla guida della Pompea Mantova dallo scorso 20 novembre, sa che fare promesse di immediata guarigione non è saggio. Per adesso una vittoria, con la Bakery Piacenza all’esordio, ed una sconfitta a Ferrara. Lui non si scompone e racconta la strada da seguire per risalire […]

L'articolo Interviste A2 Est Old Wild West 2018-19: parla Alessandro Finelli: “Pazienza ed in un paio di mesi la Pompea Mantova troverà la sua identità” proviene da All-Around.

]]>
Da allenatore esperto qual è Alessandro Finelli subentrato i corsa alla guida della Pompea Mantova dallo scorso 20 novembre, sa che fare promesse di immediata guarigione non è saggio. Per adesso una vittoria, con la Bakery Piacenza all’esordio, ed una sconfitta a Ferrara. Lui non si scompone e racconta la strada da seguire per risalire la china.

Noi siamo tra quelle squadre che lottano per evitare i play out e che però se trovano la quadratura del cerchio possono anche ambire ad un posto tra le prime nove. La Pompea per adesso pensa ad una partita alla volta. Perché sino ad ora la squadra e la società hanno dovuto convivere con le emergenze : 4 sconfitte consecutive all’inizio della stagione; l’emergenza del cambio di allenatore. In questa settimana (dal 3 al 9 dicembre,ndr) prima il grave infortunio di Warren – per il quale ci vorrà più di un mese – e poi la volontà di Cucci di avvicinarsi a casa e l’approdo a Latina. Direi che c’è molto da fare dal punto di vista della fiducia della squadra. Dell’autostima e della costruzione di una identità forte. La cosa molto positiva è che la Pallacanestro Mantovana concede a me ed a quattro giovani la possibilità di lavorare con grande serietà: i due ’97 Poggi e Ferrara ed i due ’98, Maspero e Visconti. Tutti giocano ed ora che Cucci è andato via specie Ferraro e Poggi dovranno farlo ancora di più per corpire le rotazioni con i due lunghi principali, Morse e Ghersetti“.

Su alcune statistiche non avete cifre buonissime. Come mai coach?

Ai tiri liberi soffriamo il fatto che Anthnoy Morse, il nostro centro va spesso in lunetta ma non è la sua specialità diciamo così…e fa spesso 1 su 2 il che condiziona la percentuale di tutta la squadra. Nel tiro da tre siamo stati condizionati ancora una volta dalle ultime partite di Andrew Warren che pure ha un’ottima mano. Ma non mi preoccupo perché in squadra ci sono diversi specialisti in questa specialità e verranno fuori. E poi l’arrivo di Veidman ci aiuterà ulteriormente.

Che tipo di squadra sono gli Stings?

Giovani, forti fisicamente, atleticamente notevoli, veloci. Con grande capacità di giocare ad altissimo ritmo nei primi secondi di ogni azione. Le stesse caratteristiche che dovremo mettere nella difesa che fino ad oggi è stata un altro nostro punto debole. Dobbiamo imparare ad aiutarci di più ed a sacrificarci l’uno per l’altro con maggiore continuità. Ognuno di questo giocatori ha una grande ambizione individuale che dobbiamo imparare ad incanalare nel grande solco dell’ambizione della squadra. Io penso che abbiamo tutti bisogno di almeno un paio di mesi per trovare la nostra strutturazione giusta. A quel punto vedremo“.

Domenica 9 alle 12.00 giocate in casa con la Hertz Cagliari. Una buona occasione per riprendere il filo della vittoria?

Davvero? La partita non si è ancora giocata e noi non l’abbiamo ancora vinta. Magari ci risentiamo domenica pomeriggio. Se è andata bene…

Eduardo Lubrano

L'articolo Interviste A2 Est Old Wild West 2018-19: parla Alessandro Finelli: “Pazienza ed in un paio di mesi la Pompea Mantova troverà la sua identità” proviene da All-Around.

]]>
Lega A PosteMobile 9^giornata 2018-19: coach Vucinic e la sua Sidigas Avellino sperano che Young sia “Il fattore X che ci serve” http://all-around.net/2018/12/07/lega-a-postemobile-9giornata-2018-19-coach-vucinic-e-la-sua-sidigas-avellino-sperano-che-young-sia-il-fattore-x-che-ci-serve/ Fri, 07 Dec 2018 11:04:18 +0000 http://all-around.net/?p=167435 Terminata la sosta per le Qualificazioni al Mondiale, è tempo per la Sidigas di tornare in campo: il prossimo match sarà quello valevole per la 9° giornata del campionato Legabasket Serie A contro VL Pesaro. Palla a due domenica 9 dicembre alle ore 17.00, diretta streaming su Eurosport Player.Così l’head coach biancoverde, Nenad Vucinic, nella […]

L'articolo Lega A PosteMobile 9^giornata 2018-19: coach Vucinic e la sua Sidigas Avellino sperano che Young sia “Il fattore X che ci serve” proviene da All-Around.

]]>
Terminata la sosta per le Qualificazioni al Mondiale, è tempo per la Sidigas di tornare in campo: il prossimo match sarà quello valevole per la 9° giornata del campionato Legabasket Serie A contro VL Pesaro. Palla a due domenica 9 dicembre alle ore 17.00, diretta streaming su Eurosport Player.Così l’head coach biancoverde, Nenad Vucinic, nella consueta conferenza stampa prepartita:

Nei primi tre mesi della stagione abbiamo ottenuto risultati solidi, anche se l’ultima settimana prima della sosta non è stata positiva per noi. Avevamo bisogno di questa pausa, l’abbiamo sfruttata al meglio per riposarci e ricaricare le energie, anche grazie al ritiro di Agropoli, e ora siamo pronti per la seconda fase della stagione. Dopo le pause per tutte le squadre serve tempo per tornare nelle stesse condizioni di prima, ma credo che abbiamo svolto davvero un ottimo lavoro in questa settimana e siamo ottimisti per la gara di domenica e in generale per questo mese, che si prospetta molto importante. Sfortunatamente fino ad ora abbiamo giocato meglio fuori casa, ma stiamo lavorando duro per invertire questa tendenza ed offrire ai nostri tifosi, che ci danno sempre il massimo del supporto, le migliori performance possibili. C’è da dire che è anche un fattore positivo giocare bene fuori casa perché è segno di esperienza e concentrazione.

Per quanto riguarda l’infermeria, Campogrande è tornato ad allenarsi e ci aspettiamo che possa essere in campo domenica, mentre sfortunatamente Costello non è ancora pronto. La grande novità è che Demetris Nichols sta bene e si sta allenando con la squadra; se a questo aggiungiamo la firma di Patric Young, che è molto importante per noi, dovremmo evitare di trovarci nelle stesse condizioni di un mese fa, quando avevamo rotazioni ridottissime a causa dei vari infortuni. Young è un giocatore che viene da una grande carriera in Europa anche se non ha giocato per molto tempo a causa di un grave infortunio: quello che sappiamo è che ora è in forma, si sta allenando ed è pronto per dare il suo contributo alla squadra: speriamo possa rivelarsi quel ‘fattore X’ di cui avevamo bisogno. Non sarà della partita domenica perché vogliamo prima testarlo in allenamento per capire le sue reali condizioni fisiche e farlo abituare al sistema di gioco: forse potrà essere in campo mercoledì per la partita di Champions, ma è presto per dirlo”.

 

 

Avellino, 7 Dicembre 2018

 

Ufficio Stampa

Sidigas Basket Avellino

L'articolo Lega A PosteMobile 9^giornata 2018-19: coach Vucinic e la sua Sidigas Avellino sperano che Young sia “Il fattore X che ci serve” proviene da All-Around.

]]>
A2 Est Old Wild West 10^ giornata: al decimo turno si ferma l’imbattibilità della Fortitudo Bologna http://all-around.net/2018/12/07/a2-est-old-wild-west-10a-giornata-prima-sconfitta-per-la-capolista-fortitudo/ Fri, 07 Dec 2018 00:46:38 +0000 http://all-around.net/?p=167419 Inizia con la decima giornata la rincorsa del girone Est alla lepre Fortitudo. Sul campo di Piacenza infatti coach Di Carlo ha festeggiato nel modo migliore l’esordio infliggendo ai bolognesi la prima sconfitta stagionale. Sono soprattutto le triple di Voskuil a causare la sconfitta della squadra di Martino, priva di Hasbrouck, a cui ora restano […]

L'articolo A2 Est Old Wild West 10^ giornata: al decimo turno si ferma l’imbattibilità della Fortitudo Bologna proviene da All-Around.

]]>
Inizia con la decima giornata la rincorsa del girone Est alla lepre Fortitudo. Sul campo di Piacenza infatti coach Di Carlo ha festeggiato nel modo migliore l’esordio infliggendo ai bolognesi la prima sconfitta stagionale. Sono soprattutto le triple di Voskuil a causare la sconfitta della squadra di Martino, priva di Hasbrouck, a cui ora restano due punti da difendere sugli immediati inseguitori.
Già in scia, pur se con scontro diretto avverso, la rivale maggiormente accreditata. Treviso infatti supera senza penare troppo Imola e arriva a due punti di distanza, alla pari di Forlì che sconfigge nel finale una Assigeco mai doma. Riposo pari per le due squadre, costrette dalle nazionali a rinviare la loro partita a mercoledì, in questo caso un elemento di equità involontario in più in vista dello scontro diretto di domenica.

Sfida per la top4 che vedrà protagoniste anche le squadre che seguono in classifica, Verona e Montegranaro. Entrambe conquistano vittorie non banali in trasferta, la prima soffrendo fino alla fine sul campo di Jesi, la seconda quasi sempre in controllo in casa di Cento al PalaSavena. Quarta di fila per gli scaligeri, ormai abituati alle partenze diesel con successiva rimonta in campionato, marchigiani che riscattano subito la sconfitta con Treviso. Vittoria in trasferta anche per Udine, che però ha bisogno di una tripla decisiva di Spanghero per portare al supplementare poi vincente il fanalino di coda Cagliari. 12 punti in classifica anche per i friulani, in un ambiente in cerca di serenità.
Nella parte destra della classifica risalgono Ferrara e Roseto, entrambe trascinate da grandi prestazioni individuali. La prima piega Mantova con 44 punti e 10 assist di Swann, salito incredibilmente di livello con l’assenza di Mike Hall. Sono 34 punti e 10 rimbalzi di Nicola Akele a trascinare invece gli abruzzesi, vittoriosi 91-80 su Ravenna. Inizio di stagione interessante alla sua prima stagione da pro di ritorno dall’esperienza NCAA.

A2 Girone Est: la prossima giornata

08/12/2018 20:30 OraSì Ravenna Termoforgia Jesi Pala De Andrè
08/12/2018 20:30 G.S.A. Udine Bondi Ferrara PalaCarnera
09/12/2018 12:00 Pompea Mantova Hertz Cagliari PalaBam
09/12/2018 18:00 Assigeco Piacenza Roseto Sharks PalaBanca
09/12/2018 18:00 De’ Longhi Treviso Unieuro Forlì Palaverde
09/12/2018 18:00 Le Naturelle Imola Basket Bakery Piacenza PalaRuggi
09/12/2018 18:00 Tezenis Verona XL Extralight Montegranaro AGSM Forum
11/12/2018 20:30 Lavoropiù Fortitudo Bologna Baltur Cento PalaDozza

(foto Facebook Pallacanestro Piacentina)

L'articolo A2 Est Old Wild West 10^ giornata: al decimo turno si ferma l’imbattibilità della Fortitudo Bologna proviene da All-Around.

]]>
Serie B girone D Old Wild West 11^ giornata 2018-19: un clasico il derby a Roma tra LUISS e Citysightseeing Palestrina http://all-around.net/2018/12/06/serie-b-girone-d-old-wild-west-11-giornata-2018-19-un-clasico-il-derby-a-roma-tra-luiss-e-citysightseeing-palestrina/ Thu, 06 Dec 2018 19:01:20 +0000 http://all-around.net/?p=167410 Palestrina (RM), 6 dicembre 2018 – Per l’11° turno della Serie B girone D ecco un clasico a Roma tra due squadre che ormai, nelle loro sfide, hanno dato spettacolo. Sul campo di Roma ecco LUISS vs Palestrina, sicuramente uno delle partite più ricorrenti ma, soprattutto negli ultimi anni, una delle gare che ha assunto […]

L'articolo Serie B girone D Old Wild West 11^ giornata 2018-19: un clasico il derby a Roma tra LUISS e Citysightseeing Palestrina proviene da All-Around.

]]>
Palestrina (RM), 6 dicembre 2018 – Per l’11° turno della Serie B girone D ecco un clasico a Roma tra due squadre che ormai, nelle loro sfide, hanno dato spettacolo. Sul campo di Roma ecco LUISS vs Palestrina, sicuramente uno delle partite più ricorrenti ma, soprattutto negli ultimi anni, una delle gare che ha assunto di più i connotati da #BigMatch d’alta classifica.

I biancoazzurri romani sono infatti anche quest’anno ad un passo dalla vetta e difendono l’ottima posizione in coabitazione proprio con gli arancio verdi, confermando il progetto di università che sappia legare studio alla pratica sportiva, con risultati comunque eccellenti. A guidare di stagione in stagione questo pensiero-guida è l’eterno coach Paccariè, capace in particolare di creare un modello di gioco ben definito nel quale inserire pedine nuove in grado di non modificare filosofia e rendimento.

Persi Scuderi e Beretta nel quintetto titolare, a dar man forte ai riconfermati FaragalliVeccia (la coppia di esterni rodatissima) e all’ala Bonaccorso, sono giunti innanzitutto due giovani dalla profonda esperienza in Serie A2. La guardia lombarda Navarini, tiratore micidiale, reduce da un quadriennio a Legnano, e il pivot Infante ex Roseto, Forlì, Piacenza e Bologna. C’è poi da registrare l’attesa per il ritorno di una pedina fondamentale come Marcon, sfortunato in tema di infortuni, ma ben sostituito dall’ex Valmontone Andrea Martino (13 pt di media).

Anche il reparto lunghi conta numerose rotazioni con gli arrivi dall’Abruzzo (Pescara e Ortona) di Alessio Di Carmine, ala classe 1995, e da Forlì di Francesco Gellera, un ’97 di 2 metri e 06. Con quindici giocatori a disposizione di Paccariè non vi sono problemi di numeri, per questa ragione la Luiss resta un osso duro per qualità e capacità di mantenere energie per tutto il corso della gara. Non a caso il team ha sfiorato a maggio la finale playoff, sorprendendo Recanati e uscendo di un soffio a gara-5 contro la corazzata Cassino.

Non basta neanche la tradizione a far dormire sonni tranquilli a Palestrina, vero che l’imbattibilità contro la società romana si mantiene ormai dalla sua data di fondazione, ma gli incontri disputati alla tensostruttura in riva al Tevere si sono sempre risolti alla sirena. Solo per citare l’ultimo, nel dicembre 2017, la vittoria in volata per 77-85 con gli universitari autori di un avvio di torneo sprint. Per Ponticiello&Co. un banco di prova assoluto, alla ricerca del primo successo in un big-match dopo la serie no occorsa in ottobre. Daltronde scenderà in campo una Luiss ferita dalla sconfitta sul campo di Palermo e desiderosa di riscatto, motivo per il quale Palestrina dovrà evitare cali di concentrazione e partire dalla palla a due col migliore approccio.

Il primo di una serie di test difficili ma stimolanti, perché permettono di confrontarsi col meglio del girone e lo scalare ulteriori posizioni passa inevitabilmente da qui: coltivando magari l’obiettivo della Coppa Italia per il quale si è matematicamente in corsa. Intanto nel test di mercoledì contro Latina ottime indicazioni e allenamento probante (24-34, 27-31, 29-28, 19-15 i parziali dei quarti).

Si gioca sabato 8 dicembre alle ore 18:00 al PalaLuiss, arbitreranno i sigg. Gian Lorenzo Miniati di San Giovanni Valdarno e Alessio Chiarugi di Pontedera. Diretta sul canale Youtube Lega Nazionale Pallacanestro.

L'articolo Serie B girone D Old Wild West 11^ giornata 2018-19: un clasico il derby a Roma tra LUISS e Citysightseeing Palestrina proviene da All-Around.

]]>
A2 Ovest Old Wild West 11^giornata 2018-19: coach Sodini “Voglio che la mia Benfapp corra ma con sale in zucca con la Leonis” http://all-around.net/2018/12/06/a2-ovest-old-wild-west-11giornata-2018-19-coach-sodini-voglio-che-la-mia-benfapp-corra-ma-con-sale-in-zucca-con-la-leonis/ Thu, 06 Dec 2018 17:48:55 +0000 http://all-around.net/?p=167404 Il coach della Benfapp Capo d’Orlando, Marco Sodini, in vista della gara contro l’Eurobasket Roma, valevole per l’11a giornata del campionato di LNP Serie A2 Old Wild West, ha tenuto la consueta conferenza stampa del giovedì.. Palla a due prevista per sabato 8 dicembre alle ore 18.00 al Pala Ponte Grande di Ferentino. «Giocheremo a […]

L'articolo A2 Ovest Old Wild West 11^giornata 2018-19: coach Sodini “Voglio che la mia Benfapp corra ma con sale in zucca con la Leonis” proviene da All-Around.

]]>
Il coach della Benfapp Capo d’Orlando, Marco Sodini, in vista della gara contro l’Eurobasket Roma, valevole per l’11a giornata del campionato di LNP Serie A2 Old Wild West, ha tenuto la consueta conferenza stampa del giovedì.. Palla a due prevista per sabato 8 dicembre alle ore 18.00 al Pala Ponte Grande di Ferentino.
«Giocheremo a Ferentino contro una squadra con gran talento, che ha un modo di giocare totalmente diverso dalle squadre contro cui abbiamo giocato le ultime due partite. Fabio Corbani ama fare giocare le sue squadre in modo brillante, amano correre.
Il quintetto è assolutamente talentuoso: Piazza è un giocatore di assoluto livello per la categoria, Zeisloft è un tiratore micidiale, Amici è una delle ali piccole più dotate della Serie A2. Hollis viene dalla serie A, è il primo violino, Fall è un lungo di complemento che ben si incastra con gli altri giocatori. Dalla panchina esce Momo Touré che ho allenato a Milano, play fisicato molto forte vicino a canestro; Fanti è un giocatore di rottura, Loschi è un ottimo tiratore. Finisce il buon Luca Infante che continua con esperienza a far valere la sua capacità di concludere vicino a canestro.
Non possiamo permettere ai loro giocatori principali di essere completamente performanti. Dobbiamo fermare il tiro da tre di Zeisloft e le incursioni di Hollis. Già a Rieti eravamo stati più bravi a difendere sul perimetro, concedendo pochi tiri puliti agli avversari, cosa poi fatta anche contro Scafati. Per fermare Hollis sarà necessario responsabilizzare Jordan Parks anche in difesa, dopo la convincente prova offensiva di domenica. Non dobbiamo farli correre e avere punti facili da giocatori di complemento.
La partita che vogliamo giocare è essere aggressivi e correre noi, ma con sale in zucca, sapendo che per vincere in trasferta ci vuole equilibrio. La strada del miglioramento che nelle ultime due partite ci ha permesso di creare tiri semplici anche per i giocatori di complemento è quella che vogliamo percorrere.
Il quadro che ho scelto oggi è molto famoso: “La persistenza della memoria” di Salvador Dalì.
Ho scelto questo dipinto, uno dei più conosciuti al mondo, non per quello che rappresenta, ma principalmente per il titolo. L’ultima partita è una partita di cui dobbiamo avere memoria in maniera persistente. Non per l’effetto, che è stato ottenere un grande risultato, ma per l’impegno e l’atteggiamento che abbiamo avuto dall’inizio alla fine della partita. 

La cosa che mi è piaciuta tantissimo è che rispetto a tutto quello che era stato chiesto, siamo stati attenti a farlo funzionare, non attenti a provare a farlo. Dobbiamo avere memoria delle cose giuste e ripeterle. Abbiamo avuto un periodo difficile, abbiamo vinto una partita, ora vogliamo dare continuità ai risultati, come dichiarato dal mio capitano Davide Bruttini di recente e andiamo a Roma con questo spirito. Dobbiamo parlare di passi avanti nella consapevolezza delle cose da fare, avendo coscienza di quello che si è fatto.»


Raffaele Valentino
Capo Ufficio Stampa | Benfapp Capo d’Orlando

L'articolo A2 Ovest Old Wild West 11^giornata 2018-19: coach Sodini “Voglio che la mia Benfapp corra ma con sale in zucca con la Leonis” proviene da All-Around.

]]>
Lega A PosteMobile mercato 2018-19: et voilà Patric Young è della Sidigas Avellino http://all-around.net/2018/12/06/lega-a-postemobile-mercato-2018-19-et-voila-patric-young-e-della-sidigas-avellino/ Thu, 06 Dec 2018 17:33:09 +0000 http://all-around.net/?p=167400 La Sidigas Scandone Avellino è lieta di comunicare di aver raggiunto l’accordo con Patric Young. Il centro statunitense di 209 cm per 109 chili, classe 1992, andrà ad arricchire il reparto lunghi biancoverde: nel pomeriggio di domani, venerdì 7 dicembre, l’atleta sarà in città e sosterrà le consuete visite mediche. Patric Young. Nato il 1 febbraio […]

L'articolo Lega A PosteMobile mercato 2018-19: et voilà Patric Young è della Sidigas Avellino proviene da All-Around.

]]>
La Sidigas Scandone Avellino è lieta di comunicare di aver raggiunto l’accordo con Patric Young. Il centro statunitense di 209 cm per 109 chili, classe 1992, andrà ad arricchire il reparto lunghi biancoverde: nel pomeriggio di domani, venerdì 7 dicembre, l’atleta sarà in città e sosterrà le consuete visite mediche.

Patric Young. Nato il 1 febbraio 1992 a Jacksonville, Florida, termina gli studi alla Providence High Scool e dal 2010 al 2014, reclutato da Billy Donovan (attuale head coach degli Oklahoma City Thunder), studia presso la University of Florida, giocando per Gators. Nei quattro anni trascorsi al college, Young raggiunge per due anni le Final Four, diventa il ventisettesimo marcatore di tutti i tempi nella storia dell’UF, raggiungendo quota 1307 punti, e l’undicesimo giocatore di sempre dei Gators con all’attivo 1300 punti e 800 rimbalzi. Nell’ultimo anno segna 11.0 punti con 6.2 rimbalzi di media a partita, raggiunge le Final Four di NCAA, viene nominato Difensore dell’Anno nella SEC (Southeastern Conference) e vince inoltre il Pete Newell Big Man Award, premio che viene conferito dalla National Association of Basketball Coaches al miglior giocatore “lungo” della NCAA Division I.

Nell’estate del 2014 partecipa alla NBA Summer League con i New Orleans Pelicans, collezionando 7.4 punti e 8 rimbalzi per gara; nel dicembre dello stesso anno la prima esperienza oltreoceano, tra le file del Galatasaray, con cui disputa il campionato turco e l’Eurolega: 10.5 punti e 7.9 rimbalzi di media a partita e 8.7 con 6.4 rimbalzi di media per lui nella competizione europea.

Nel luglio 2015 passa all’Olympiakos, dove resta per due stagioni, giocando nuovamente in Eurolega e viaggiando sui 10.8 punti e i 5 rimbalzi di media per gara, con il 71.4% da due. Nel secondo anno con la compagine greca raggiunge le Final Four di Eurolega e la finale del campionato greco. Nel 2017 firma per l’Olimpia Milano, dove resta fino al 26 febbraio 2018.

Così il Direttore Sportivo, Nicola Alberani, sull’ultimo acquisto: “La firma di Patric Young è molto importante perché ci consente di puntellare il roster per questa seconda parte di stagione, anche per far fronte a tutti gli infortuni che abbiamo avuto fino a questo punto. è un ragazzo motivato e si sente pronto: crediamo molto nella sua voglia di mettersi in gioco e penso che questo possa essere sicuramente uno stimolo per i compagni. Adesso per noi è importante capire le sue reali condizioni fisiche e vedere se ha tutte le caratteristiche idonee per entrare nelle rotazioni e far parte del nostro gruppo, senza mettergli eccessiva fretta“.

L'articolo Lega A PosteMobile mercato 2018-19: et voilà Patric Young è della Sidigas Avellino proviene da All-Around.

]]>
Italbasket 2018-19: report dal Consiglio Federale Fip di giovedì 6 dicembre 2018 http://all-around.net/2018/12/06/italbasket-2018-19-report-dal-consiglio-federale-fip-di-giovedi-6-dicembre-2018/ Thu, 06 Dec 2018 17:15:14 +0000 http://all-around.net/?p=167394 Si è tenuto a Roma (Sala Giunta CONI, Foro Italico) il Consiglio Federale della FIP presieduto dal dott. Giovanni Petrucci.   Tra i principali argomenti trattati:   Nazionale femminile. Raffaella Masciadri Ad inizio lavori il presidente Petrucci ha ricordato, complimentandosi con l’allenatore Marco Crespi, lo staff e tutte le Azzurre, la qualificazione della Nazionale femminile […]

L'articolo Italbasket 2018-19: report dal Consiglio Federale Fip di giovedì 6 dicembre 2018 proviene da All-Around.

]]>
Si è tenuto a Roma (Sala Giunta CONI, Foro Italico) il Consiglio Federale della FIP presieduto dal dott. Giovanni Petrucci.

 

Tra i principali argomenti trattati:

 

Nazionale femminile. Raffaella Masciadri

Ad inizio lavori il presidente Petrucci ha ricordato, complimentandosi con l’allenatore Marco Crespi, lo staff e tutte le Azzurre, la qualificazione della Nazionale femminile ad EuroBasket Women 2019 ottenuta con il primo posto nel girone. Ha anche ringraziato Raffaella Masciadri, una delle migliori giocatrici italiane di tutti i tempi, per il grande impegno e la dedizione mostrata nel tempo alla maglia Azzurra in occasione del suo ritiro, dopo 193 partite, dalla Nazionale.

 

Legabasket Serie A

Il Consiglio Federale ha preso atto con soddisfazione di alcune deliberazioni della Lega di Serie A relative al progetto di autoregolamentazione e sostenibilità del movimento professionistico.

 

Nazionale Senior Maschile. Si gioca a Varese contro l’Ungheria

Sarà l’Enerxenia Arena di Varese a ospitare Italia-Ungheria, penultima partita delle qualificazioni alla FIBA World Cup del prossimo anno. Il match, decisivo per tornare al Mondiale dopo 13 anni di assenza, si giocherà venerdì 22 febbraio 2019. L’ultima apparizione degli Azzurri a Masnago fu un’amichevole contro la Grecia nell’estate del 2003. In totale, la Nazionale Senior Maschile ha giocato a Varese 8 partite amichevoli. Contro i magiari sarà la prima gara ufficiale di sempre nell’impianto lombardo.

 

Palma d’Oro a Boscia Tanjevic

Il presidente Petrucci ha consegnato la Palma d’Oro del CONI, massima onorificenza tecnica, a Boscia Tanjevic.

Tanjevic, attualmente Direttore Tecnico Generale delle Nazionali Giovanili, ha guidato la Nazionale maschile Campione d’Europa nel 1999. Nel 2010 è stato allenatore della Nazionale Turca Argento al Campionato del Mondo. Inoltre ha vinto scudetti in Francia, Jugoslavia, Serbia-Montenegro, Turchia ed Italia.

Federconsumatori. Il basket si conferma lo sport più economico per le famiglie
Anche quest’anno, il basket si conferma lo sport più economico. Il costo per la pratica della pallacanestro ammonta a 567 euro annui, di cui 420 euro per il corso, 95 euro per l’attrezzatura e circa 52 euro per l’iscrizione. Lo ha stabilito l’ONF, l’Osservatorio Nazionale Federconsumatori prendendo in esame i costi delle attività sportive per ragazzi fino ai 14 anni, nonché il costo del corredo e delle attrezzature necessarie per praticare alcune attività sportive.

Ufficio Stampa FIP

L'articolo Italbasket 2018-19: report dal Consiglio Federale Fip di giovedì 6 dicembre 2018 proviene da All-Around.

]]>